Prospezioni sismiche

Sono finalizzate alla definizione della  sezione sismo-stratigrafica dei terreni e la determinazione della velocità VS30.

A tal fine si utilizzano stese sismiche di superficie elaborate con metodologia a rifrazione, tomografica e MASW (Multichannel Analysis of Surface Waves)

Strumentazione:

  • sismografo Dolang DBS280 della “Dolang Geophysical” a 24 canali digitali a 24 bit
  • sismografo DoReMi della “Sara electronic instruments”

La prospezioni sismiche passive a stazione singola (HVSR) sono  basate sullo studio dei rapporti di ampiezza (metodo H/V); i risultati che si possono ottenere da un’indagine di questo tipo sono la velocità media delle onde di taglio calcolata tramite un codice di calcolo e la stratigrafia di massima del suolo. 

Strumentazione:

  • tromometro digitale modello Tromino®Zero della Moho s.r.l.
  • tromografo digitale Geobox SR04 della Sara Electronic Instruments con velocimetro a 2 Hz.

I tromografi digitali permettono inoltre di effettuare un’Analisi modale delle strutture

Il gruppo di lavoro è dotato di strumentazione e software dedicati per la misura dei modi di vibrazione delle strutture e del sottosuolo. Le frequenze proprie di vibrazione di un edificio e del sottosuolo sono calcolate tramite l’analisi del rumore sismico ambientale attraverso tromografo digitale. Nel caso in cui la frequenza di risonanza del sottosuolo coincida con quella di un edificio presente, in caso di terremoto può aversi un fenomeno di accoppiamento fra le due modalità di vibrazione. Questo effetto di amplificazione sismica produrrà un grande aumento della sollecitazione sugli edifici. Per questo motivo, l’amplificazione sismica è oggi considerata la prima causa dei danni indotti dal terremoto e per questo motivo un’attenta analisi delle frequenze caratteristiche dei siti viene effettuata nella fase di progettazione degli edifici.

Indagini sismiche down-hole

La prova consiste nel produrre sulla superficie sollecitazioni verticali (per la generazione di onde di compressione P) ed orizzontali (per onde di taglio polarizzate orizzontalmente SH) mediante una sorgente meccanica e nel registrare l’istante del primo arrivo del treno d’onde attraverso un sistema formato da un sensore a 5 componenti alloggiato a profondità note all’interno del foro di sondaggio appositamente strumentato. Conosciuta la distanza fra sorgente e ricevitori, e determinato il tempo di propagazione, è possibile stimare in maniera accurata la distribuzione delle velocità sismiche (P ed SH) in corrispondenza della verticale di misura.

Strumentazione:

  • sensore SS-BH-5C della Sara Electronic Instruments o comunemente chiamato sensore Downhole: è un sistema a 5 canali modulare, utilizzabile con il sismografo DoReMi.